Time Out
26/10/2015 an 10:22 · Campionato C8 - 2015/2016

C8, PARTONO FORTE I CAMPIONI IN CARICA

GIRONE ARGENTINA, 1° GIORNATA: A.C. PICCHIA E CIT TURIN NON SI SMENTISCONO

Spumeggiante l’avvio di stagione del blasonato A.C. Picchia, vincitore del campionato 2014-2015. Sempre agli ordini di capitan Denis Costanza, contro i combattivi Ignorants scendono in campo il portiere Luca Raffaele Costantino, i quattro Messineo (Beppe punta di diamante, Nunzio universale, Roberto in difesa e Simone a centrocampo); Andrea Murè e Daniele Ruzza playmakers; Raffaele Nobile e Lorenzo Bettiga sulle fasce. L’avvio di partita è in salita per i campionissimi: Aris Rognetta porta in vantaggio gli Ignorants, che poi falliscono di poco il raddoppio. Roberto Messineo potrebbe pareggiare, ma il suo tap in non va a buon fine. Nella ripresa, il team di Costanza risfodera orgoglio e potenza: al 7° Nobile scippa la palla alla difesa e pareggia, un minuto dopo è capitan Costanza che, imbeccato a dovere, porta in vantaggio la sua squadra. Gli Ignorants accusano il colpo e il loro sbandamento frutta altri due gol al Picchia: prima Bettiga, poi Ruzza con una diabolica iperbole direttamente dalla bandierina del corner. Finisce 4 a 1 per gli atleti di Costanza. Migliori in campo il guardiano dei pali Costantino e Nobile.

Il Cit Turin , Campione del Messico 2015 con un sorpasso al cardiopalma proprio nel Big match finale contro l’A.C. Picchia, trova un osso duro da rodere nel Teesh. Gli ospiti si portano in vantaggio a metà del primo tempo, grazie ad Alessandro Mangialaio che fila via sulla trequarti e fulmina in rete dal limite dell’area. Il team diretto da Andrea Funaro assorbe il colpo con disinvoltura, e poco prima dell’intervallo Massimo De Nicolò ribatte in gol una palla che una mezza rovesciata di Giovanni Tosco aveva stampato sul palo. Nella ripresa il Cit Turin innesca il forcing e trova il 2 a 1 grazie a Simone Salvadori. Ma il Teesh non molla: Massimo Detto soffia la palla alla difesa e dal limite dell’area mette a segno il colpo del pareggio. Non si rassegna però alla divisione della posta Enrico Masante (migliore in campo in tandem con Marco Lavazza), che nel giro di pochi minuti prima risolve un batti e ribatti in area, poi supera il portiere del Teesh Francesco Tornabene con una bordata da fuori area. Finisce 4 a 2 per il Cit Turn, con applausi per tutti.

Brillante l’esordio stagionale dell’Edilrobassomero, vincente per 3 a 1 sul TD Soccer. Nelle file dei vincitori spiccano le prestazioni maiuscole di Alessandro Cecconi, autore di una doppietta, e di Fabio Miceli, migliore in campo assieme a Michele Giarnera e autore del terzo gol.

Contro l’Eureka ’83, il Parco si presenta profondamente rinnovato dal mister Massimo Desderi. Ritmo sostenuto sin dai primi minuti, grazie al pressing costante esercitato dal Parco sulla metà campo. Proprio da una palla riagguantata sulle mediana scaturisce il gol di Sudahan Djemailji che sblocca la gara. A metà tempo lampeggia la performance che blinda i tre punti per il Parco: Ion Mazilu, uomo partita del team (migliore in campo a pari merito con Beniamin Herman), stampiglia una doppietta in meno di un minuto. Il primo gol è propiziato da una sbavatura nella difesa dell’Eureka, il secondo è una vera e propria prodezza balistica dalla distanza. Poco prima dell’intervallo la squadra diretta da Alex Di Gangi riduce il distacco con Savino Pistillo, che incorna in rete un traversone proveniente su calcio d’angolo. Nella ripresa l’Eureka tenta la rimonta, ma il Parco amministra con sagacia il vantaggio e limita al minimo le insidie avversarie con un’accorta tattica difensiva. Il 3 a 1 resta immutato.
All’USD Vanchigla termina 1 a 1 pari la sfida fra Royal Park e Compagni di merende. Match sostanzialmente equilibrato, con Diego Gavita e Matteo Appiano dei Compagni migliori in campi in assoluto.


GIRONE BRASILE, 1° GIORNATA: A VALANGA SELECCION E LONGOBARDA

Sui campi dell’Olympic Collegno e del Servais si accende con una vampata di gol (in media 7 a partita) la prima giornata del girone C8 Brasile. L’Arsenal Suceava, che vanta nel medagliere 2014 i trofei di Precampionato e della Coppa Sudamericana, sfida i connazionali di ASD Nuova Romania, finalisti nella passata stagione. Il duo balcanico è tallonato da formazioni veterane come Seleccion (vicecampione di Colombia 2015), REERGivoletto C8, Follow Use da matricole come Atletico San PaoloBarracuda, Longobarda, F.C. Orange. .

All’Olympic Collegno Reer e Givoletto C8 danno vita a un match appassionante, che lascia il pubblico con il fiato sospeso fino all’ultimo istante. Il ritmo è sostenuto sin dalle prime battute, esemplare la correttezza in campo di entrambe le squadre. Il team di Rino Licciardi parte a manetta e sblocca subito il risultato con Luigi Daggiano, mattatore e migliore in campo. Il Givoletto ribatte colpo su colpo, e sul filo di una rimonta estenuante sfiora di un niente il pareggio finale: tripletta del bomber Marco Arrobbio, doppietta di Federico Summa e gol del Mister Gianluca Gherra. Il Reer prevale per 7 a 6 grazie al poker di gol dello scatenato Daggiano (da immortalare una spettacolosa rovesciata dal limite dell’area), a cui si sommano le reti di Domenico Cuzzucoli e Luca Licciardi. I tre punti restano in tasca al Reer anche grazie a un balzo felino del portiere Roberto Orlando, che a pochi secondi dal fischio di chiusura devia sulla traversa un bolide scaricato da fuori area.

Al Servais l’ASD Nuova Romania affronta l’esordiente Atletico San Paolo, e ne viene fuori una gara piacevole, combattuta sin dall’avvio. I vicecampioni romeni del Calcio a 8 prevalgono nettamente a metà campo, grazie all’impeccabile senso di posizione di Alessio Zerbini e di capitan Dan Staicu (migliore in campo in assoluto). Dopo pochi minuti è Corneliu Semen a portare in vantaggio la Nuova Romania con un’incursione centrale in area di rigore. Eccellente, nelle file dell’Atletico, la prestazione dell’indomito portiere Alfredo Alforno, classe 1956. Il gol subito a freddo è digerito in fretta dai “blancos” di Salvatore Nicotra che sfiorano più volte il pareggio con gli attaccanti Alex Anania e Giacomo Colletti. I romeni però non allentano le maglie difensive, e con una ripartenza veloce di Semen alla metà della ripresa blindano definitivamente i tre punti. Un 2 a 0 limpido e meritato, che comunque rende merito anche alla tenacia dei caparbi avversari.

Ben differente l’andamento della altre due gare disputate all’Olympic Collegno, terminate entrambe con il punteggio di 6 a 2. Squillante la vittoria della Longobarda sul F.C. Orange, sancita dalla doppietta di Sabato Manzi (migliore in campo assieme a Costantino Tribuzio) e dai gol di Dino Vailatti, Fabio Ceppa e Gianluca Scollo. Gol della bandiera di Dario Caruso per l’Orange.

Anche la Seleccion guidata da Alberto Insalata s’impone autorevolmente sul Follow Us: siglano una doppietta a testa Danilo Giunta e Marco Vaccariello, più gol di Davide Ponzo e Luca Rucchione. Per il Follow Us firma una doppietta Nicola Raffaeli.


GIRONE URUGUAY, 1° GIORNATA: PARTENZA SUPER DI INDUSTRIAL SERVICE E BOCA SENIOR

Nel girone Uruguay non mancano i competitori di prestigio: l’Industrial Service di Omar Ez zaaf, fresco vincitore del Torneo Precampionato C8, nonchè semifinalista ai Play Off C8, dovrà fare i conti con avversari di rango come ilFC Romania 2015, nato dalla fusione fra Boys Romania e Zeta-Bi, e l’Atletico Via Parri, Campione di Colombia 2015. Da non sottovalutare nemmeno le scafate Atletico Passatella (vicecampione del Paraguay 2015) e New Team, e le redivive Boca Senior e Joga Bonito C8. Debuttano due formazioni entrambe ispirate al mito dei 300 delle Termopili, Spartans e Spartani Roalba, e anche Gli Scappati di casa.

Al Servais, contro i giovani esordienti Spartans, parte subito con il piede giusto l’Industrial Service, fresco vincitore del Torneo Precampionato C8. Provvede Davide Cipriani, uno dei pilastri del nucleo storico del team, a sbloccare la gara con una staffilata al volo su cross scoccato dalla bandierina del corner. Ma gli Spartans si mostrano esenti da qualsiasi timore referenziale, e pareggiano con Cesare Corvaja, tempestivo nel deviare in scivolata un assist proveniente dalla fascia. Ma l’equilibrio dura un solo minuto: il bomber dell’Industrial Alex Tatò soffia il pallone alla difesa e sigla il 2 a 1. Poco prima dell’intervallo Stefano Simonetta (migliore in campo assieme al portiere Gianluca Perna) inventa una punizione vellutata che plana beffarda nella rete, 3 a 1. Padrone del campo anche in avvio di ripresa, il team di Omar colpisce altre due volte: di nuovo con Tatò e con Simonetta (quest’ultimo sempre su punizione, stavolta di potenza). Nel finale lo “spartano” Antonio Lioi attenua il divario, finisce 5 a 2 per l’Industrial Service.

Avvio scintillante anche per il Boca Senior a spese degli Scappati di casa. Gli arancioni diretti dal Mister Bonino devono comunque impegnarsi a fondo contro una squadra di giovani promettenti capitanata da Alessio Paolucci. Due minuti dopo il fischio d’inizio, il Boca è già in vantaggio con Giovanni Palamara (migliore in campo a pari merito con Luigi Cirillo): a un paio di dribbling segue un proiettile da 20 metri che non concede scampo al portiere avversario. Dieci minuti dopo il bomber Michele Capozzi raddoppia, si va all’intervallo sul 2 a 0 per il Boca. In avvio di ripresa i “blu” tentano la riscossa e accorciano le distanze con una legnata secca di Daniele Tarateta. Ma Capozzi è implacabile: pochi minuti dopo la sua scorreria al centro dell’area di rigore sfocia in un destro vincente, 3 a 1. Nel finale di gara vanno a segno ancora Capozzi e Palamara, finisce 5 a 1 per il Boca Senior.

Decisamente più sofferta l’affermazione del FC Romania 2015 contro il battagliero Atletico Passatella. La compagine romena annovera elementi di spicco ex Boys Romania (Ionut Ionescu fra i pali, Remus Pruteanu difensore, Ciprian Sturzu e Gheorghe Lazar playmaker) ed ex Zeta-Bi (l’assistman Emilian Marcu, il difensore Liviu Antoci, gli esterni Bogdan Achirilei e Alexandru Carp, la punta Ilie Char). Astro emergente in attacco si rivela Claudiu Glaschiu, autore di una tripletta decisiva per il risultato finale di 4 a 3 a favore dei romeni (l’altro gol lo firma Antoci). Per l’Atletico, doppietta di Josef Sangregorio e gol di Federico Stillitano.

Anche il New Team prevale di misura per 3 a 1 sul blasonato Atletico Via Parri, grazie alla tripletta realizzata dal cannoniere Lucian Ursache, migliore in campo assieme a Manuele Di Giorgio. L’Atletico realizza il gol della bandiera con il Mister Pier Franco Guzzardi.












7 Wie

Wie
Folgen Sie allen Informationen des Wettbewerbs auf Ihrem iPhone oder Android
Sponsoren
Molecola
La Cola Italiana
Siehe Molecola
Idea Up Comunication
IDEAUP offre consulenza, progettazione e realizzazione nel settore della comunicazione.
Siehe Idea Up Comunication
Esatour
Esatour promuove con successo i principali eventi sportivi in Italia ed Europa
Siehe Esatour

Ihr Browser war nicht in der Lage, alle Ressourcen unserer Website zu laden, es ist möglich, dass sie durch eine Firewall, einen Proxy, eine Ergänzung oder die Konfiguration Ihres Browsers blockiert wurden.

Sie können versuchen, Strg + F5 oder Strg + Umschalt + R zu drücken, um Ihren Browser zu zwingen, erneut zu versuchen, sie herunterzuladen, oder, falls dies nicht funktioniert, einen anderen Browser zu benutzen oder Ihren Systemadministrator oder Internet-Provider zu kontaktieren, um dieses Problem zu lösen.